Il mio polpettone di tonno 4
in Le mie ricette

Il mio polpettone di tonno

Questa ricetta, a cui sono molto affezionata, è di mia nonna Lisetta. È facile, golosa, veloce e pratica: il polpettone di tonno si può anche preparare in anticipo e affettare freddo, successivamente. Lo arricchisco con una maionese fatta in casa o con un intingolo preparato con olio extravergine ed erbe aromatiche.

Schermata 2017-09-15 alle 19.02.56

Potete trovare tante altre ricette simili nel mio libro Giusto con Gusto!

Ingredienti per 4 porzioni
400 g di tonno in scatola
4 cucchiai di pangrattato
4 cucchiai di parmigiano
4 uova
Qualche rametto di timo al limone
1 limone
Sale e pepe

Preparazione
1. Mescolo gli ingredienti con l’aiuto del mixer
2. Verso il contenuto in un foglio di carta forno che arrotolo e fermo con lo spago o con i laccetti di silicone (che preferisco).
3. Metto il polpettone in una casseruola con sola acqua che bolle e lo lascio cuocere per 20 minuti circa.
4. Lo scolo e lo lascio raffreddare.
5. Apro il cartoccio e lo affetto.
6. Servo fredda con la maionese accanto.

Per la maionese
2 tuorli d’uovo a temperatura ambiente
¼ di litro (circa) di olio di semi di buona qualità (mais, girasole o anche soia)
1 cucchiaino di aceto
il succo filtrato di 1 limone
½ cucchiaino di sale

Preparazione
1. Separo i tuorli dagli albumi con attenzione: raccolgo i primi nella ciotola e conservo invece a parte i bianchi (che utilizzo in genere per le meringhe).
2. Aggiungo ai tuorli il sale e l’aceto (se preferite potete utilizzare al posto dell’aceto un cucchiaino di senape) e inizio ad amalgamare il composto, usando le fruste a velocità media.
3. Quando i tuorli hanno incorporato l’aceto e i condimenti, aumento la velocità delle fruste e comincio a incorporare l’olio versandolo a filo, lentamente e in modo costante. Procedo con pazienza, senza aggiungere nuovo olio finché la quantità precedente non sarà stata incorporata.
4. Piano piano la salsa comincerà ad ispessirsi e le fruste “disegneranno” delle volute nel composto; continuo a versare l’olio a filo fino a che non l’ho finito.
5. La salsa a questo punto risulterà molto compatta, quindi aggiungo il succo spremuto e filtrato del limone poco alla volta, continuando ad azionare le fruste fino ad ottenere la consistenza e il sapore che preferisco.

La maionese si può conservare in frigorifero (ben coperta) per un paio di giorni al massimo. Volendo si può aromatizzare con erbe aromatiche fresche come il dragoncello o il prezzemolo, ma anche con lo zenzero grattugiato o la scorza di agrumi.

Ti potrebbero interessare...

Composta di mele e vaniglia

Spritz con ananas, coriandolo e polvere energizzante

Pomodori ripieni di carne e quinoa

Io mangio bello!

Scottata di Roast Beef

Crema fredda di zucca e semi di chia

Uova al miele

Burger vegetali piccanti

Gnocchi di ricotta al tartufo

Torta di Carote e Nocciole di Cuneo

Malfatti alla barbabietola

Pollo allo zenzero e curry

Zuppetta di pesche gialle con meringhe gialle

Budino di soia alla lavanda

Insalata di lenticchie arancioni con olio extravergine di olive e gamberi sgusciati

Acciughe al finocchio selvatico

Polpettine di melanzane e miglio

Cake ai mirtilli e lamponi

Orecchiette con pomodori pachino, olio extravergine, basilico fresco e pecorino

Tarte tatin agli asparagi

Millefoglie di pasta fresca alla ligure con fagiolini verdi

Riso pilaf cotto al forno con zafferano e verdurine di stagione

Sorbetto alla menta

Aloe agrumata

Moscardini in guazzetto

Spaghetti agrodolce alla cipolla rossa di Tropea con briciole di pane profumato

Smoothie di verdure verdi e vaniglia

Terrina di peperoni gialli e acciughe

Il mio guacamole

Trancetti di pollo ruspante con peperoni e curry

Sformatino di patate gialle con profumi di erbe mediterranee

Salmone marinato agli agrumi

Emulsione di carote e zenzero

Papaya speziata

Fragole nel tumbler con spuma allo yogurt

Risotto alle zucchine con scamorza affumicata

Bresaola di punta d’anca con rucoletta e aceto balsamico

Patate viola condite con olio extravergine e rosmarino

Budino di soia alla lavanda

Blinis con caviale

Il mio baccalà mantecato

Pennoni alla siciliana

Cerniotto al verde di pistacchio di Bronte

Farro al pesto con sedano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *